Come salvarci dalla “moneta di Satana”? Intervista a Cosimo Massaro

Come salvarci dalla “moneta di Satana”? Intervista a Cosimo Massaro

16/02/2024 Off Di   Graziano D'Angelo   In   Officina   

CHI E’ COSIMO MASSARO
Autore poliedrico, esperto di politiche monetarie e scrittore, ha pubblicato diversi saggi tra cui: “La moneta di Satana”; “La Caduta dell’Ultimo Impero”; “EuroDisastro-Una catastrofe annunciata”; “Cos’è il Signoraggio Bancario” e “Attacco alla Civiltà Cristiana-Come difendere i Valori dell’Occidente”. “Usurocrazia svelata” e “Scontro globale. La battaglia terrena e La battaglia spirituale”. E’ in rete con il suo blog www.cosimomassaro.com.


Che cos’è il signoraggio bancario e dove collochi la sua origine?
Scusandomi con il lettore, cercherò di sintetizzare al meglio il concetto, rimandandolo, per approfondimenti alla lettura del libro “Usurocrazia Svelata”. Partiamo, come è mio solito fare, dal significato delle parole. Il termine “Signoraggio” deriva dall’unione di due termini: “agio” (guadagno) e “signore”. È dunque “il guadagno” del “signore” cioè di colui che in un determinato periodo storico detiene il potere di battere moneta. Se non si parte dal significato semantico delle parole non riusciamo più a capire la realtà che ci circonda. La sua origine più vicina a noi, tralasciando altre forme di signoraggio più remote, nasce con le repubbliche marinare e con i primi banchieri che perlopiù erano banchi di orefici ebrei. Sostanzialmente oggi come signoraggio bancario si intende la differenza che c’è tra il costo di produzione, cioè quello tipografico di una banconota e il suo valore nominale (es. una banconota da 100 euro costa produrla pochi centesimi), più l’aggiunta di interessi. Fondamentalmente attraverso il signoraggio bancario, l’usurocrazia internazionale e apolide che governa il mondo, genera un’esponenziale massa monetaria solo a debito, la cosiddetta “moneta debito”, riuscendo a schiavizzare tutti i popoli del mondo. In pratica è l’arma per eccellenza, per ottenere, mantenere ed accrescere il potere. Chi controlla l’emissione del denaro possiede un’arma dalla potenza inaudita nella battaglia per il potere. Dietro le facciate dei sistemi democratici, chi comanda realmente sono i banchieri usurai, potendo produrre dal nulla il denaro con cui comprare tutto e tutti e collocando loro uomini chiave nelle varie piramidi del potere. Conoscere il potere derivante dall’emissione della moneta permette ai popoli di difendersi e soprattutto permetterà, una volta liberatisi dagli usurai, di creare una società più giusta e prospera.


Nel tuo libro: “Scontro globale. La battaglia spirituale. I Figli Della Luce VS i Figli Delle Tenebre”. parli chiaramente della lotta tra il bene ed il male e fai riferimento alle Sacre Scritture. Qual è secondo te la frase tratta dalle Scritture che delinea in modo profetico, il tempo che stiamo vivendo?
Più che una frase, sicuramente il libro dell’Apocalisse dell’apostolo Giovanni è il testo profetico che più rispecchia i tempi in cui stiamo vivendo. Anche in questo caso, dobbiamo comprendere il vero significato del termine “Apocalisse”, che significa “rivelazione”, termine non proprio corretto perché è come se collocassimo un ulteriore “velo” su una verità che in realtà vogliamo “svelare”. Quindi il termine più corretto è sicuramente “Svelamento”, cioè togliere il velo dalla Verità che vogliamo portare alla luce. Infatti, in questo periodo epocale, stiamo vedendo che stanno cadendo tutte le maschere sia dei potenti che delle persone a noi vicine. Gesù Cristo stesso disse: “Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa.” (Matteo 10-34,35,36). L’umanità si trova ad un bivio storico e lo scontro è solo all’inizio.


La verità ci renderà liberi. Ma qual è la verità che la massa comune non riesce a vedere o percepire?
La Verità esiste a prescindere, indipendentemente dal nostro stato evolutivo animico personale. Quindi non siamo noi che troviamo la Verità, ma è la Verità che trova noi quando la ricerchiamo con intento puro. Il Padre Eterno è la Verità, che ha manifestato la sua magnificenza attraverso la sua creazione, cioè tutto l’universo creato e con la nascita di Suo Figlio Gesù Cristo. Molti non hanno più occhi per guardare e orecchie per sentire pertanto cadono vittima degli inganni del grande mentitore. Il più grande inganno del diavolo è stato quello di far credere che non esiste. Questo inganno ha portato molti uomini a far credere che se lui non esiste, allora non esiste nemmeno Dio. Di conseguenza, chi ha continuato a credere in un Dio Creatore, è stato visto dalla nuova cultura progressista-modernista come un povero retrogrado…insomma un antiquato superstizioso. Il transumanesimo e il post-umanesimo, sono le nuove filosofie di punta, sponsorizzate dall’élite globale, che dopo aver tolto Dio dall’altare, ora mirano ad andare anche oltre l’uomo, per realizzare un “nuovo uomo” un uomo-cyborg. Fantascienza? Se non li fermiamo purtroppo diventerà una dura realtà! “Se perseverate nella mia parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.” (Giovanni 8,31)


Oltre a essere uno scrittore, un divulgatore di “verità scomode” sei stato anche maestro di arti marziali. Quanto conta la disciplina nell’affrontare questa guerra che ci vede tutti coinvolti?
Sono tuttora un maestro di arti marziali e devo dire che, anche il mio passato agonistico, mi ha dato un’ottima formazione che oggi cerco di sfruttare al meglio per mettere a disposizione tutte le esperienze fatte, non solo nella dura battaglia che stiamo affrontando, ma anche nella mia nuova veste da divulgatore e formatore durante i miei seminari. Alla fine dei conti, ricordo sempre ad ognuno, che fondamentalmente tutte le battaglie che affrontiamo nella vita servono solo a formarci e a farci evolvere. Quindi sono tutte battaglie personali contro un avversario che alla fin fine svolge solo il suo ruolo, cioè quello di mettere a nudo tutte le nostre debolezze. La stessa mia esperienza marziale mi ha permesso di diventare oggi uno scrittore. Quando consapevolizzai l’enorme truffa che si celava dietro l’emissione monetaria, mi arrabbiai tanto, decisi di fare qualcosa per svelare il grande inganno, e fu così che oltre 15 anni fa decisi di scrivere il mio primo romanzo “La Moneta di Satana”. All’epoca non ero ancora uno scrittore, mi occupavo d’altro nella vita, ma dentro di me scattò quella molla che mi permise di tramutare “alchemicamente” quell’energia negativa e malvagia che mi aveva attraversato, in qualcosa di positivo, scrivendo e pubblicando il mio primo libro. Non ho reagito con odio, ma, grazie anche alla forza di volontà, ho scelto di fronteggiare quella negatività con un romanzo, espressione d’arte, creatività e vita, attuando di fatto quella “forza della cedevolezza” tipica delle arti marziali, usata soprattutto nel modo dell’Aikido dove si sfrutta la forza dell’avversario per portarla a proprio vantaggio.

Cosa diresti, oggi, a chi è vittima del così detto “pensiero unico”?
Inviterei tutti ad essere critici e a non cadere vittime della propaganda di regime. A tutti coloro che mi ascoltano durante i miei seminari, conferenze o presentazioni dei miei libri, prima di iniziare invito tutti a mettere in dubbio tutto quello che dico. Bisogna essere dei ricercatori attivi della Verità e non passivi, altrimenti non si diventa persone informate ma semplicemente degli indottrinati. Il “pensiero unico dominante”, purtroppo, con l’enorme forza della propaganda, viene divulgato da tutti i mezzi di comunicazione di massa che il potere controlla. Nessuno escluso! In particolar modo dalle agenzie stampa, creatrici delle notizie che in seguito sono riprese da tutti i canali d’informazione di massa: telegiornali, emittenti televisive e radiofoniche, giornali, giornali web. Ecco spiegato perché, tutte le informazioni che passano i TG sono identiche anche nella scaletta. Non esiste più il giornalismo di inchiesta, tutta la categoria dei giornalisti, ormai ridotta a pennivendoli, si limita a passare e leggere “veline” ch giungono loro. Salvo alcune eccezioni di giornalisti che di solito sono emarginati e costretti a lavorare in realtà minori. Film, serie Tv, teatro, arte, cultura e musica sono fondamentali al potere per divulgare la propria propaganda. Per chi afferma: tutto questo non è possibile! Si sbaglia di grosso. Alcuni si chiederanno, come fanno a controllare tutti i personaggi che lavorano in questi settori? Semplicissimo, basta finanziare solo coloro che sposano il pensiero unico dominante ed emarginare chi non si allinea alle loro idee.


Vladimir S. Soloviev nel 1890 scriveva Il Racconto dell’Anticristo. La verità l’abbiamo sempre avuta davanti. Come si fa a non vederla?
Nel mio libro “Scontro Globale” ho dedicato un intero capitolo a questo testo profetico. Nel libro di Solov’ëv “I Tre Dialoghi e il Racconto Dell’Anticristo”, la venuta del principe del male viene presentata come l’arrivo del “grande ingannatore”. Una figura giovane di soli 33 anni “convinto spiritualista”, filantropo, grande pensatore, ambientalista, pacifista e fortemente credente in un Dio Creatore. Un uomo totalmente dominato dall’ego, tanto da farlo sentire secondo solo a Dio, disprezzando Cristo. Il falso profeta, secondo Solov’ëv, è colui che darà benefici a tutta l’umanità e farà splendere il sole sia sui buoni che sui cattivi (sol lucet omnibus), a differenza di Cristo che ha portato la spada per dividere il bene dal male. Nel racconto dell’anticristo, l’autore, fa svolgere al suo personaggio un ruolo ecumenico, portatore di pace e amore nel mondo che gli consentirà di accreditare a sé tutti i poteri, dai governanti di tutta Europa e dal “Comitato Universale”. È impressionante come un autore di fine Ottocento, avesse potuto anticipare il manifestarsi di uno spirito “anticristico” camuffato d’amore incondizionato verso il prossimo. Come non notare le evidenti similitudini che ci sono tra gli obiettivi “benefici” proposti dal NWO e l’anticristo di Solov’ëv. L’oligarchia globalista, che governa tramite il Deep State, promuove politiche pacifiste e animaliste da una parte e scatena guerre dall’altra, sostiene l’ambientalismo, il falso ecumenismo e mira a costituire un unico esercito mondiale, un unico governo mondiale, un’unica moneta mondiale e un’unica religione mondiale.

“Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio sulla mano destra o sulla fronte” Questo passo dell’Apocalisse si riferisce al “Marchio della Bestia”. Nulla di più concreto. Lo stiamo vivendo? Se sì, come si fa a non capirlo?
“Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio sulla mano destra o sulla fronte”, questo passo dell’apocalisse di Giovanni è rappresentato alla perfezione dal green pass e dal suo QR-CODE. Faccio notare chetale strumento di sorveglianza non serve minimamente a limitare la diffusione del virus, ma è il virus che è servito ad imporre il green pass. Il passaporto verde, per poter accedere in qualsiasi posto pubblico e dall’ultimo decreto legge del 5 gennaio 2022, anche in banca e poste, è un abominio, utile solo all’ulteriore controllo sociale. Il prossimo passaggio sarà l’istituzione della moneta solo elettronica, biocompatibile con i parametri umani abbinata al QR del green pass. Benvenuti nel mondo distopico postumano dove l’essere umano è il prodotto, cioè una merce abbinata ad un codice, esattamente come ogni mercanzia in vendita viene abbinata al proprio codice a barre. Questo è uno dei fondamentali punti programmatici in perfetta linea con l’agenda “World Economic Forum” di Davos, che il governo Draghi porta avanti, ed è esattamente tutto quello che ci ha profetizzato l’apostolo Giovanni nel suo libro, senza il marchio della bestia non si può più comprare e vendere, in pratica sei fuori dal sistema.

C’è una battaglia spirituale in atto. Se non andiamo oltre il dato economicistico, monetaristico e politico, non capiremo da dove sorge tutto e come affrontare tale lotta. Sei d’accordo e perché?

Sono assolutamente d’accordo. Anche su questo punto ho anticipato i tempi esponendomi in prima persona quando ho affermato che questa è una battaglia che va combattuta prima di tutto sul piano spirituale e solo in seguito su quello materiale. Con il libro “Scontro Globale”, mettendo a rischio tutto un lavoro precedente, dove parlavo di tematiche economiche-monetarie, ho approfondito tale aspetto nella seconda parte del libro dove tratto “la Battaglia Spirituale”. Lo stesso prof. Giacinto Auriti a cui mi rifaccio per tanti insegnamenti, non solo in ambito monetario, diceva che l’attuale potere monetario è gestito da un potere demoniaco e che lui non lo avrebbe mai combattuto se non avesse avuto una forte fede in Dio.


Il denaro si produce dal nulla. Chi lo emette possiede un’arma potentissima. In conclusione ti chiedo, come tornare ad un uso più umano del denaro, ovvero: come tornare a monetizzare la ricchezza che già possediamo come popolo?
Il denaro nasce da una creatività umana, non deve cadere dal cielo e non bisogna andarlo a trovare in una grotta come si fa con l’oro. Il denaro è come il sangue, deve svolgere la sua funzione di mezzo di trasporto del valore a differenza del sangue che trasporta ossigeno. Deve essere sempre emesso, non a debito e nella giusta misura in virtù della capacità economico-produttiva e reale ricchezza di un Paese. Ricchezza intesa sia come beni materiali che culturali a 360°. La vera ricchezza di un popolo è la Vita, tutto ciò che sa fare e costruire con la sua operosità. La moneta è solo lo specchio della vera ricchezza che incorpora in sé anche il valore monetario dei beni che essa rappresenta. Non esisterebbe ricchezza in un mondo di morti. Il popolo italiano è un popolo vivo e ricchissimo che deve semplicemente monetizzare tutte le sue capacità produttive attraverso la propria sovranità monetaria.