Categoria: Correva l’anno

Gli anniversari e le ricorrenze che più hanno segnato il corso della storia italiana e non, i momenti e le tappe salienti del percorso lungo il quale si è snodata e costruita l’identità culturale di un popolo

04/11/2023 Off

La Vittoria, l’onore, il coraggio

Di   Gianluca Kamal   In   Correva l'anno   

Al riparo da letture di comodo e interpretazioni storiografiche demonizzanti, a prevalere è il sentimento di riconoscenza nei confronti di quegli autentici eroi italiani che, provenienti da ogni regione e tra loro quasi estranei per modi e abitudini, seppero riscoprirsi per la prima volta membra di un solo corpo: quello della Patria comune.

15/10/2023 Off

Notti d’Oriente

Di   Giulia Maria Donato   In   Correva l'anno   

Il cielo sopra Gaza scoppia, le stelle d’Oriente sono oscurate dal fuoco e dal fumo che s’innalza da palazzi sventrati. L’agonia di una fetta di mondo lasciata sola, mentre sui tavoli di velluto rosso di qui e di là dell’Atlantico si decidono comodamente le sorti dei popoli.

05/10/2023 Off

Per Norma. A 80 anni dal suo martirio

Di   Redazione   In   Correva l'anno   

Le comunità militanti di FEDErAZIONE, insieme al Comitato 10 febbraio, ricordano il sacrificio di Norma Cossetto, torturata e uccisa dai partigiani comunisti jugoslavi il 5 ottobre 1943. Più di 400 le città coinvolte dall’iniziativa.

29/04/2023 Off

Nel nome di Sergio

Di   Nemesi   In   Correva l'anno   

Sergio sapeva e ha scelto. E la sua morte ha dato senso alla sua vita. Vita fatta di provocazioni, dolori, persecuzioni. Vita fedele alle sue scelte, alle quali lui rispondeva col sorriso. Quelle chiavi inglesi piovute sulla sua testa quel pomeriggio del 29 aprile 1975 hanno consegnato alla storia l’eterno volto di una bandiera immortale.

04/11/2022 Off

Il ricordo “scomodo” di Emanuele Zilli

Di   Giacomo Bianchini   In   Correva l'anno   

Il 2 novembre 1973 Emanuele Zilli, operaio missino, si reca al solito in fabbrica. Alla fine del turno sale sul motorino per far ritorno a casa. Non ci arriverà mai. Viene ritrovato agonizzante sul prato che costeggia la strada e dopo 3 giorni di coma muore in un letto d’ospedale. Un morto “scomodo”, perchè da sempre ritenuto vittima di un incidente stradale. Fino al 1997 quando il libro curato da Guido Giraudo renderà di pubblico dominio l’ipotesi dell’omicidio.

22/08/2022 Off

La stella e il sottosuolo

Di   Redazione   In   Correva l'anno   

Si è detto che si muore lentamente, quasi passo dopo passo, giorno dopo giorno, un sordo segreto per alcuni, un buco osceno per altri, un chiaroscuro sempre presente ai suoi umori, ai suoi piani e al palpitare delle sue tragedie attraverso le pieghe dello scorrere del tempo. Ricordare, esistere, lottare, talvolta, per i più fortunati, ritornare. Si ama solo per trattenere. Si vive solo per saper morire.

23/05/2022 Off

24 maggio 1915. L’ora dell’Italia unita

Di   Gianluca Kamal   In   Correva l'anno   

Ci sentiamo così distanti da quella nazione che con euforia visse quelle “radiose giornate” del maggio 1915. Nella pur drammatica esperienza della guerra, mai come in quel tempo l’Italia raggiunse un così alto livello di compattezza e spirito unitario. Nel fango e nel sangue delle trincee i semi della Patria ritrovata.

29/04/2022 Off

Nel nome di Sergio

Di   Nemesi   In   Correva l'anno   

Un’intera comunità stretta, come ogni 29 aprile, attorno al ricordo di Sergio. A file compatte, lo sguardo in direzione del sole, passi sicuri e lenti. E un grido che si leva verso il cielo.

06/02/2022 Off

Hanno fucilato un poeta

Di   Gianluca Kamal   In   Correva l'anno   

I graffi di “Je suis Partout”, il giornale per il quale vergava articoli sognando il nuovo ordine europeo, segnarono i volti di vecchi e nuovi democratici. Bisognava scorresse il sangue, dopo un processo-farsa, per togliere di mezzo una delle più brillanti penne della Francia del ‘900: Robert Brasillach.

30/01/2022 Off

Lunga vita ai sogni!

Di   Giacomo Bianchini   In   Correva l'anno   

Sul sagrato di un luogo accarezzato dal dramma della storia, dove ancora pare di sentirle le risate beffarde di quei giovani sull’orlo del martirio, parole che sanno di giuramento. Costruendo sogni sulle più solide delle fondamenta: quelle dell’Esempio.